I Carabinieri Forestali sequestrano a Rezzoaglio otto cani detenuti al freddo in un ricovero fatiscente. Un cucciolo era già deceduto. Denunciato il proprietario per uccisione e maltrattamento animali.

L’intervento dei forestali martedì sera

Nella serata di martedì i Carabinieri Forestali delle stazioni di Santo Stefano d’Aveto e Montebruno, nei pressi del lago delle Lame a Rezzoaglio, hanno sequestrato otto cani detenuti in pessime condizioni. Gli animali, di cui cinque adulti e tre cuccioli presumibilmente di 10 giorni di vita (uno rinvenuto già morto), sono stati trovati in una fatiscente baracca di legno, esposti alle rigide temperature invernali di questi giorni ed impossibilitati a bere in quanto l’acqua presente era completamente ghiacciata. I cuccioli ancora in vita sono stati trovati in evidente stato di ipotermia.

Sul posto è intervenuto il personale dell’ASL 4 Chiavarese per i rilievi di competenza. I cani, tramite la Croce Bianca di Rapallo, sono stati trasportati presso il Canile di Monte Gazzo a Genova per le prime cure e l’affidamento temporaneo.

Leggi anche:  Ponte Morandi un anno dopo: scoop della Nasa, si muoveva già dal 2015 VIDEO

Seguiranno accertamenti autoptico – necroscopici sul cucciolo morto per individuare le cause del decesso.
Il proprietario degli animali, un residente di Chiavari, è stato denunciato per uccisione e maltrattamento animali.