Tragedia a Rapallo sulla spiaggia attigua al Castello, dove oggi pomeriggio un ragazzo di 17 anni, appartenente ad una famiglia di turisti stranieri, è rimasto fulminato: il giovane, riferiscono infatti alcuni testimoni fra i bagnanti, sarebbe rimasto folgorato toccando uno dei lampioni dell’illuminazione del Castello stesso, a cui sarebbe quindi rimasto a lungo “attaccato” sinché il flusso di corrente non si è finalmente interrotto e lo ha scaricato, immobile, fra gli scogli.

In suo aiuto i sanitari del 118 ed i Volontari del Soccorso, che hanno lungamente tentato disperati tentativi di rianimazione, per circa 40 minuti sino a che – incrociando le dita miracolosamente – non sono riusciti a stabilizzare il ragazzo per poterlo trasferire in codice rosso al pronto soccorso di Lavagna. Sulle sue condizioni resta apprensione.

Sul posto carabinieri, polizia, guardia costiera, vigili del fuoco ed i tecnici comunali, impegnati a ricostruire le cause dell’incredibile incidente: per coadiuvare le indagini e mettere in sicurezza l’area, la spiaggia ed i due stabilimenti balneari attigui sono stati fatti sgomberare ed è stato imposto un temporaneo divieto di balneazione. L’impianto di illuminazione del Castello sul Mare di Rapallo è pressoché nuovo, rifatto dopo le violente mareggiate dello scorso autunno. Secondo le prime indiscrezioni, durante i controlli i salvavita dell’impianto elettrico del castello sarebbero apparsi non essere scattati, ma ogni ipotesi è al momento prematura, in quanto si sta ancora cercando di isolare e comprendere l’origine della dispersione.