“La demolizione del Ponte Morandi è ufficialmente finita. Da oggi si parlerà solo della ricostruzione già cominciata. E a primavera, come promesso, Genova riavrà il suo viadotto. In Liguria si mantengono le promesse!”. Lo ha annunciato ieri sera il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dopo la notizia della fine dei lavori di smontaggio e demolizione dell’ex viadotto Morandi.

Domani la cerimonia commemorativa per ricordare le 43 vittime

Domani ricorre il primo anniversario: la cerimonia di commemorazione per ricordare le 43 vittime del Morandi si svolgerà davanti alla futura pila 9 del nuovo ponte; in cime sarà issata la bandiera di Genova. Alle 10 si terrà la messa celebrata da Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei. Dopo, i discorsi ufficiali e poi alle 11.36, momento del crollo, un minuto di silenzio, mentre le campane della diocesi suoneranno a lutto. Confermata al momento la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dei ministri Salvini, Di Maio, Bonisoli e Toninelli. Probabile ma non ancora ufficializzata quella del premier Giuseppe Conte. Per familiari (attesi 450) e autorità ci sarà spazio dentro un capannone, le altre persone potranno seguire la cerimonia su un maxi schermo in via 30 giugno.