Una donna di 58 anni, abitante a Chiavari, dopo aver fatto installare un impianto di sicurezza nel suo appartamento, ha omesso di corrispondere la somma pattuita di 4.000 euro circa alla ditta che aveva eseguito e terminato i lavori. Il legale rappresentante dell’impresa ha quindi sporto una denuncia querela presso i Carabinieri di Lavagna. Quest’ultimi, dopo i dovuti accertamenti, hanno identificato la proprietaria dell’abitazione e l’hanno deferita in stato di libertà per “insolvenza fraudolenta”.