Non si sa se vi sia un rapporto di causa effetto o una mera correlazione coincidenziale, e proprio per questo la Procura di Genova, su segnalazione dei familiari, ha aperto un fascicolo contro ignoti in merito al decesso, martedì scorso, di un’anziana poche ore dopo un esame di routine svolto all’ospedale di Sestri Levante. La 78enne, riepiloga il Secolo XIX di stamani, si era sottoposta ad un agoaspirato alla tiroide: una banale biopsia per il prelievo di cellule da poter poi analizzare, procedura assai frequente in ambito oncologico. L’esame, come detto, è di routine e non richiede alcun ricovero: la donna torna a casa ma quattro ore dopo accusa un malore, che si rivelerà fatale: morirà poco dopo l’arrivo al pronto soccorso di Lavagna. È stata dunque disposta l’autopsia, che si terrà nei prossimi giorni: questo per capire se vi sia un collegamento fra i due eventi o si sia trattato solo di una sfortunata coincidenza.