L’ombra della Camorra sulla demolizione del Ponte Morandi . Gli amministratori della ‘Tecnodem srl’ di Napoli, impresa impegnata nella ricostruzione del ponte Morandi,  infatti sono stati arrestati dalla Dia nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Dda di Genova. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Giudice per le indagini preliminari nei confronti dell’amministratore di fatto e di una donna, considerata  la prestanome.

Secondo quando riporta (tra gli altri) l’Ansa, in manette sono finiti Consiglia Marigliano, amministratrice e socio unico della Tecnodem e Ferdinando Varlese, pregiudicato di 65 anni di Napoli domiciliato a Rapallo.

La società era già stata esclusa dai lavori lo scorso maggio.  L’esecuzione delle misure cautelari sta avvenendo d’intesa con la Dda di Napoli.