Lorenzo Solari aveva da pochi giorni compiuto 102 anni con una grande festa alla residenza Castagnola Anni Azzurri di Chiavari.

“Renzin”, reduce di guerra, è morto ieri

“Renzin” ha spettato l’arrivo dell’anno nuovo prima di andarsene. Domani, giovedì 3 gennaio, alle ore 11 il funerale presso la chiesa di San Rufino di Leivi. Oggi pomeriggio alle 17.00, nella Casa di Riposo di via Castagnola a Chiavari, la recita del rosario.

Qualche anno fa era stato insignito dell’onoreficenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana per gli anni spesi in guerra e per i patimenti passati.
La sua non è stata una vita semplice: dopo aver adempiuto con impegno ed onore, in Piemonte negli anni 1937 e 1938 al proprio servizio di leva, nel giugno del 1940 allo scoppio del secondo conflitto mondiale, a neppure 24 anni, è richiamato in servizio e destinato al battaglione Pieve di Teco, 1° Reggimento alpini, Divisione Cuneense. Nel 1942 la Cuneense venne chiamata nella Campagna di Russia. Nel giorno del suo 26esimo compleanno, Renzin venne colpito alla gamba sinistra da un colpo di mitragliatrice: una grave emorragia, ma la temperatura di meno 38 la blocca.
Ma le difficoltà continuano: l’8 settembre del ‘43 venne fatto prigioniero e deportato in Germania. Rientrò alla fine del 1945, dopo circa sei anni fra guerra e prigionia. Insomma, pur avendo miracolosamente avuta salva la vita in guerra, Renzin ha perso gli anni più belli della sua gioventù.