Semplice e senza scrupoli il modus operandi: si appostavano nei pressi del cimitero e, quando avvistavano un visitatore recarsi in visita alle tombe dei defunti, rapidamente sfondavano il vetro dell’auto del malcapitato per impossessarsi di quel che potevano trovare: contanti, portafogli, carte di credito etc. Come riferisce il Secolo XIX di oggi, li hanno infine identificati ieri, dopo settimane di analisi dei filmati di videosorveglianza, i Carabinieri della compagnia di Sestri Levante, in seguito alla denuncia di una delle vittime. Si tratta di una coppia di piemontesi, originari di Mondovì, uomo e donna di circa 40 anni: su di loro ora pende la denuncia per furto.