La procura di Genova ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per crollo colposo e attività colpose che creano pericolo di naufragio, dopo la mareggiata del 29 ottobre scorso che ha devastato la diga dei porti di Rapallo e Santa Margherita Ligure.

Fascicolo a carico di ignoti per crollo colposo e attività colpose che creano pericolo di naufragio

La diga di Rapallo era stata sottoposta a importanti lavori di rinforzo dopo i danni causati da un’altra mareggiata avvenuta nel 2000. La Guardia costiera ha acquisito documentazione relativa a quei lavori al Comune di Rapallo. L’indagine è stata estesa anche alla diga di Santa Margherita Ligure dove anche qui ci sono stati lavori. La mareggiata ha colpito duramente anche la sede della Capitaneria di Porto che è rimasta inagibile.