Dalla tarda serata di ieri un incendio di bosco partito dalle alture di Cogoleto, a causa del forte vento di tramontana, si è propagato verso valle. Fin da subito l’azione di contrasto delle oltre 50 unità dei vigili del fuoco con l’ausilio dei volontari coordinato dal dos (direttore operativo dei soccorsi) è servita a garantire un contrasto alla propagazione delle fiamme e a garantire la salvaguardie delle persone e dei beni presenti sulle colline. Il forte vento ha spinto le fiamme nei pressi di abitazioni che sono state fatte sgomberare in quanto ad elevato rischio. Almeno una settantina di abitanti che  sono stati fatti allontanare dalle proprie abitazioni e sono stati assistiti dalla protezione civile del comune. Con l’appoggio di diverse squadre provenienti da altri comandi limitrofi, Savona, Spezia, Imperia, Massa e Piacenza e, dall’alba, con i lanci dei canadair coordinati dal dos vvf,  continuano le azioni di lotta antincendio sulla collina tra Cogoleto e Lerca.

Il punto della Regione

Questa mattina alle 10 il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone saranno presenti al COC, il Centro operativo comunale di Cogoleto per fare il punto della situazione dopo l’incendio che questa notte ha devastato le alture di Cogoleto e costretto 47 persone a lasciare le loro case.
“In questo momento – dichiara il presidente Toti – stiamo ancora lavorando per domare le
fiamme a Cogoleto. E’ intervenuto un secondo Canadair ed è presente sul posto
l’elicottero regionale. Da stanotte la Sala operativa della Protezione civile regionale è
aperta e sta seguendo le operazioni di spegnimento che hanno visto la partecipazione di
60 unità tra Vigili del Fuoco e volontari dell’antincendio boschivo. Si parla di circa 12 ettari
di terreno andati a fuoco questa notte, la situazione sta migliorando e l’autostrada è stata
riaperta in un senso di marcia verso Savona, persistono ancora le fiamme. Ringrazio tutti
coloro che da ieri sera si sono messi a disposizione per evitare il peggio, grazie soprattutto
ai volontari dell’antincendio boschivi e ai Vigili del Fuoco”.

Leggi anche:  Affonda un motoscafo, recuperato dai Vigili del Fuoco