Maria Risso “Mimì”, 78 anni, è morta lo scorso 27 novembre dopo un esame di accertamento alla tiroide. L’autopsia ha rivelato le vere cause della morte.

Lesione al collo ed emorragia interna

L’autopsia ha evidenziato una lesione ad un vaso sanguigno del collo con conseguente emorragia interna. Il medico legale ha tempo fino a 90 giorni per pronunciarsi sui risultati dell’autopsia.

Il 27 novembre “Mimì” si è recata all’ospedale di Sestri Levante per sottoporsi all’agoaspirato, un esame considerato di routine per un accertamento alla tiroide. Una volta rientrata a casa la donna ha iniziato a sentire dolore al collo. In poco tempo il collo della 78enne si era gonfiato impedendole di parlare. Il marito ha allarmato la figlia che ha immediatamente chiamato il 118. Dopo aver raggiunto il pronto soccorso di Lavagna la donna è morta.

I familiari spiegano che la donna godeva di buona salute e intendono capire se ci siano delle responsabilità e se ci sia un collegamento tra la morte e l’esame alla tiroide.