Dopo i fermi di tre persone, ritenute responsabili dei raid notturni negli stabilimenti balneari del chiavarese e lavagnese oltre che di colpi a danno di altre attività commerciali e – forse – anche in abitazioni private del Tigullio e del suo entroterra – nella notte fra venerdì e sabato un altro furto ai danni di uno stabilimento balneare è avvenuto a Rapallo, ai Bagni Vittoria. Lo annuncia sul Secolo XIX di quest’oggi la titolare, Vittoria Ratto, che ieri mattina si è trovata di fronte ad una brutta sorpresa: le serrature sfondate e l’interno messo a soqquadro. Con la stagione ancora non realmente iniziata vi è stato ben poco da rubare, poco più di qualche spicciolo in cassa, il colpo economico più rilevante è rappresentato dai danni stessi, questo dopo che lo stabilimento ne aveva già patito di ingentissimi a seguito della mareggiata di ottobre.

Non pare comunque ritenersi il fatto direttamente collegato alla banda che ha agito nel chiavarese: anzi, l’attenzione si porta maggiormente sull’isolamento dell’area di via Avenaggi, e che atti del genere – che appaiono quasi più vandalici che realmente volti al furto organizzato – tendano ad essere collegabili a chi alza troppo il gomito la sera. A tal riguardo si auspica una maggiore copertura, come deterrente, da parte dei sistemi di videosorveglianza.