Frana in via Caorsi a Sori: grossi massi hanno investito un edificio dove vive una famiglia e l’atelier del noto pittore Francesco Musante.
Il residente più giovane è stato liberato dai Vigili del Fuoco, ed ora sta bene. “Sono in corso le valutazioni per far allontanare i residenti della palazzina interessata dalla frana e valutare i danni, la persone coinvolta sta bene” fanno sapere dalla Regione.

Toti: “La Liguria sta vivendo la peggiore ondata maltempo e l’autunno più piovoso da 1953 ad oggi”

“La Liguria sta vivendo la peggiore ondata maltempo e l’autunno più piovoso da 1953 ad oggi”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha fatto il punto sull’ondata di maltempo che in queste ore sta attraversando la Liguria con l’allerta arancione che terminerà alle 18 di oggi. “E’ chiaro che il combinato disposto degli effetti di questa perturbazione con le decine di strade provinciali e comunali interrotte dalle frane e le due autostrade A26 e A6 la prima a percorrenza ridotta e l’altra ancora chiusa, determina una situazione straordinaria per cui servono strumenti di eccezionale portata sia legislativa sia economica. Credo che sia un’emergenza paragonabile a quella che abbiamo affrontato dopo il crollo del ponte Morandi, al netto del fatto che fortunatamente, anche grazie alla nostra Protezione civile, non ci sono state vittime”.
” Il bilancio di questa perturbazione – ha aggiunto il governatore – lo faremo a chiusura dell’allerta perché è probabile che le precipitazioni in atto incidano negativamente sui moltissimi fronti di frana già aperti”.

Leggi anche:  Nel Tigullio 28 persone in isolamento fiduciario per il coronavirus

La perturbazione in corso

Per quanto riguarda l’allerta in corso, la perturbazione in atto è caratterizzata da scrosci e temporali intensi che hanno attraversato la Liguria dall’estremo ponente – con 43.6mm/h registrati a Ceriana, 38.2 mm/h a Pizzeglio e 35.2 mm/h a Rocchetta Nervina – al levante, con un innalzamento repentino dei livelli dei torrenti nel ponente e a Genova del Bisagno. I venti hanno toccato i 120 km orari di raffica, con una media di 80 km orari. Per domani è previsto un rinforzo dei venti, una mareggiata da libeccio con precipitazioni deboli. Venerdì tempo stabile fino a sabato pomeriggio quando è previsto un ulteriore progressivo peggioramento.