Un pezzo di fil di ferro è stato trovato nella pizza servita a mensa da una bambina di una scuola elementare di Genova. Sull’episodio sono state avviate le dovute indagini per fare chiarezza e stabilire come il fil di ferro sia finito sulle tavole degli alunni.

L’episodio è accaduto lo scorso giovedì e la notizia è stata confermata oggi da Rete Commissioni Mensa Genova

Non ci voleva proprio, dopo tutto il battage anti genitori-allarmisti e sulle garanzie alimentari della mensa, l’ennesimo grave ritrovamento in refettorio: il Servizio ci ha confermato che giovedi scorso una bambina alla scuola Barrii ha trovato un pezzo di ferro nella pizza, e che (come avevamo segnalato) è sopravvenuta la Asl – si legge nel post – nelle scuole genovesi viene servita pizza su base precotta: il Comune ha incaricato la Ditta di recarsi a fare un sopralluogo presso il produttore di basi precotte per verificare i macchinari. Ricordiamo che nel caso della lametta alla Tommaseo, nell’insalata di finocchi era finito un pezzo di macchinario rotto (la lama taglia-verdure) e che non era stato adeguatamente scartato il lotto contaminato. Sulla dinamica relativa a questo episodio le indagini sono in corso. Il pezzo di ferro sarebbe stato ritrovato ‘sotto’ la pizza: perchè allora controllare i macchinari del produttore? E’ stato allora un problema di impiattamento? La notizia è stata circondata da assoluto silenzio fino a stamattina nonostante solleciti e richiami sulla nostra pagina: solo la Rete sapeva?