La sentenza ieri mattina: prove insufficienti a dimostrare che ad aggredire il carabiniere a Lavagna siano stati proprio i due imputati.

Carabiniere aggredito, prove insufficienti contro Biondi e Russo

Assolti Bruno Biondi, 57enne, e Bruno Russo, 52enne, ieri mattina dal Tribunale di Genova: i due – entrambi con precedenti di polizia ed in particolare Biondi già in carcere per precedenti reati – avrebbero aggredito un carabinieri fuori servizio ma le prove per dimostrarlo non si sono dimostrate sufficienti.

L’episodio risale all’agosto 2013, sul lungomare lavagnese: il titolare di un locale aveva chiesto loro di bere le loro consumazioni nei bicchieri di plastica, in quanto l’ordinanza comunale vietava il vetro all’aperto e, per rafforzare la propria richiesta, aveva indicato la presenza fra i tavoli di un carabiniere in borghese, fuori servizio. Biondi e Russo si sarebbero dunque avventati su quest’ultimo: calci, pugni ed anche minacce, “se ci denunci ti ammazziamo”. Ma il militare dell’Arma, dopo essere andato in ospedale per ricevere le prime cure – gli vennero assegnati 12 giorni di prognosi – non si era lasciato intimidire ed aveva sporto denuncia.

Leggi anche:  Cogorno, scontro auto moto nella notte, diciasettenne ferito

Insufficienti però, secondo il giudice, gli elementi probatori a danno dei due imputati, malgrado le testimonianze: non vi è sufficienze certezza – ha stabilito la corte – che a picchiare il militare siano stati proprio i due accusati.

(LEGGI QUI) le altre notizie de ilnuovolevante.it