Sono sette le morti sospette che da sabato a ieri potrebbero essere attribuite al caldo insopportabile. Dopo la donna di 47 anni e l’anziana di Rossiglione morte sabato, tra ieri e questa mattina ci sono stati altri 5 decessi sospetti.

Caldo, anziano deceduto a Zoagli

Nella mattinata di ieri un 82enne è decuduta nella sua abitazione di Zoagli. Sul posto oltre ai soccoritori sono arrivati i Carabinieri. L’anziano, già delibitato dal grande caldo di questi giorni, soffriva di una grave cardioinsufficienza vascolare. A dare l’allarme i familiari dell’anziano che hanno contattato il 112. Vani i soccorsi dei medici del 118 che hanno provato a rianimare l’uomo. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della stazione di Zoagli, che hanno archiviato il caso come morte naturale.

In totale negli ultimi giorni a Genova e provincia, sono 5 le morti sospette per il caldo. Boom di accessi al pronto soccorso dell’ospedale di Lavagna, con oltre 158 visite solo nella giornata di ieri.

Caldo, le altre morti sospette

Sabato scorso sono decedute per il caldo a Genova una donna di 47 anni e un’anziana di Rossiglione. Sempre a Genova una 95 enne è morta nella sua abitazione di via Bologna, e nella giornata di domenica, un uomo di 46 anni ha chiamato la guardia medica per febbre alta; dopo la visita nell’abitazione di via Noli, il medico ha contattato il 118 per problemi alla respirazione ma quando i soccorsi sono arrivati a casa dell’uomo, non c’era più nulla da fare. Sul corpo dell’uomo è stata disposta l’autopsia.