Ieri, domenica 13 gennaio,  la sala Operativa della superiore Direzione Marittima della Liguria, intorno alle 15.30 ha ricevuto la segnalazione circa una richiesta di assistenza sanitaria a una persona che, dopo essere caduta durante un’escursione a San Fruttuoso di Camogli, aveva subito un trauma al ginocchio.

Cade a San Fruttuoso: l’intervento della Guardia Costiera

Alle ore 14.46 circa, dopo avere atteso l’imbarco del personale sanitario del Comitato locale della Croce Rossa Italiana di Santa Margherita Ligure, la motovedetta S.A.R. CP 883, di stanza presso questo comando, sotto il coordinamento della Sala operativa della Guardia Costiere di Genova, ha mollato gli ormeggi dirigendo verso San Fruttuoso di Camogli dove, alle ore 16.10 circa, ha proceduto al recupero della persona infortunata (un uomo di nazionalità italiana di 61 anni, proveniente dalla provincia di Parma) per poter così rientrare in porto a Santa Margherita Ligure.

Alle ore 16.35 la Motovedetta CP 883 è giunta in porto a Santa Margherita Ligure ove ha proceduto ad affidare il malcapitato alle cure mediche del personale sanitario della Croce Rossa Italiana precedentemente giunto in porto con un’ambulanza. In tale circostanza l’uomo ha preferito rinunciare ad essere condotto in ospedale scegliendo di fare ritorno presso il suo domicilio per le successive cure.

Leggi anche:  A Camogli il barbiere di Siviglia

La Guardia Costiera ricorda che per il migliore risultato possibile nei casi di emergenza in mare, il soccorso necessità della massima celerità. Quindi per contribuire efficacemente con risultati positivi, si segnala per ogni evenienza il numero blu 1530 (gratuito da fissi e cellulari).