Un 40enne chiavarese è stato aggredito con alcuni pugni e un paio di ceffoni alle 2 di notte dai romeni che dormono nella tendopoli abusiva della Colmata a mare di Chiavari mentre appiccava le fiamme ad alcune cartacce che stringeva in mano a pochi metri da una tenda occupata da una donna. A rendere nota la vicenda l’edizione odierna de Il Secolo XIX.

Sul posto gli agenti del commissariato di Polizia di Chiavari chiamati dagli stessi romeni

Sul posto è giunta la Polizia, chiamati dagli stessi romeni, che ha accompagnato il chiavarese al pronto soccorso dell’ospedale di Lavagna dove gli sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in pochi giorni. I romeni sono convinti che l’uomo intendesse incendiate le tende dove stavano dormendo. Il presunto incendiario si è difeso sostenendo di aver acceso delle cartacce ma di non aver nessuna intenzione di appiccare fuoco alle tende dei romeni. Gli agenti del commissariato di Chiavari non hanno potuto contestargli nessun reato. Le indagini sul caso, però, proseguiranno con la visione delle immagini delle telecamere della zona. Un romeno, invece, è stato arrestato perché aveva un ordine di cattura per reati passati.