Ha perduto la vita in un incidente di scalata ieri in Toscana Matteo Scaramaglia, alpinista 46enne genovese. Scalatore esperto, come riepiloga anche il Secolo XIX di stamani, Scaramaglia stava affrontando con l’ancor più esperto Luciano Peirano, alpinista 53enne di Chiavari, la Cascata Piombo Calcagno, lungo una parete del Monte Cavallo nelle Alpi Apuane. Qualcosa, poi, è andato storto: dinamiche ancora da accertare, ma l’esito è stato tragico: Scaramaglia è precipitato abbattendosi contro le rocce. È rimasto ferito seriamente anche Peirano, ma il chiavarese è riuscito a mantenere la presenza di spirito sufficiente ad allertare i soccorsi: che, in primis, con l’elicottero Pegaso hanno trasferito d’urgenza l’amico all’ospedale di Pisa: purtroppo inutilmente, in quanto le ferite riportate da Scaramaglia si sono rivelate fatali. Peirano è stato recuperato in un secondo momento: non è fortunatamente in pericolo di vita, ma anch’egli ha riportato fratture importanti, a bacino e vertebre. Il genovese lascia la moglie e tre figli.