Una perquisizione “a colpo sicuro” dei Carabinieri di Chiavari nell’abitazione di un 42enne di Lavagna gravato da pregiudizi di polizia, che ha permesso di rinvenire ben 2kg di marijuana, parte della quale già suddivisa in dosi per la vendita. Questo malgrado il goffo tentativo del figlio, all’arrivo dei militari per l’ispezione, di disfarsi di parte dello stupefacente gettandolo dal balcone: i Carabinieri infatti avevano già “cinturato” l’abitazione.

Finisce così in manette l’uomo per detenzione illecita di stupefacenti, mentre il figlio – minorenne – è stato deferito in stato di libertà. Sequestrata la droga, il 42enne è stato associato presso il carcere di Ge-Marassi.