Gian Paolo Benedetti è il candidato sindaco che sfiderà Valentina Ghio alle prossime elezioni del 10 giugno. Il candidato approva il nuovo Piano Socio Sanitario ligure ritenuto “positivo per la città”.

Le parole di Benedetti:

«Come cittadino di Sestri Levante ho assistito con preoccupazione, negli anni dal 2011 al 2014, al progressivo svuotamento dell’ospedale, con la perdita di alcuni reparti e l’indebolimento di altri. Tutto questo lasciava pensare che il nostro nosocomio avesse il destino segnato. Ho però tirato un sospiro di sollievo alla fine dell’anno scorso, dopo l’approvazione in Consiglio regionale del nuovo Piano Socio Sanitario ligure, che va in una direzione diversa, che io ritengo positiva per i miei concittadini.

Il Piano Socio Sanitario prevede innanzitutto il mantenimento del nostro ospedale e ne delinea poi la nuova configurazione, con tre cosiddette “attività di elezione”: lo sviluppo della riabilitazione, di cui c’è e ci sarà sempre più bisogno, soprattutto per i nostri anziani, e che rappresenta un’eccellenza da valorizzare; la presenza di una medicina di media intensità, con un reparto a gestione infermieristica secondo un modello già sperimentato con successo all’ospedale Galliera di Genova; la garanzia di una forte piastra ambulatoriale, che potrà consentire un’elevata integrazione con il territorio del Comune e del comprensorio.

Ritengo questo Piano positivo per la nostra città, perché sono fermamente convinto che la presenza di un presidio sanitario a Sestri Levante sia di fondamentale importanza per i cittadini. Se sarò eletto sindaco farò perciò in modo, per quanto di mia competenza, che il Piano possa essere attuato con celerità. In caso contrario, non farò come gli attuali amministratori comunali che, per le logiche di partito che oggi fanno finta di ripudiare, non hanno saputo né impedire né arginare il depotenziamento dell’ospedale che prendeva chiaramente forma sotto i loro occhi a partire dal 2011. Mi muoverò invece nell’esclusivo interesse dei miei concittadini».