Quando sostituire i serramenti permette di tagliare la bolletta. Come risparmiare almeno il 20% in tempi brevi? Se si abita in una casa costruita prima degli anni 2000 gli esperti consigliano di cambiare i serramenti.

Quando sostituire i serramenti

Tra l’altro, acquistando oggi le nuove finestre, è ancora possibile approfittare delle agevolazioni fiscali incluse nell’Ecobonus e quindi poter fruire di una detrazione pari ad almeno il 50% del valore dell’investimento. A seconda dell’utilizzo dell’immobile sarà possibile scegliere tra diverse tipologie di serramento, spaziando dal legno al legno alluminio, fino al PVC che oggi è sempre più utilizzato per via delle innumerevoli possibilità di finitura oggi disponibili.

Legno, manutenzione richiesta

I serramenti in legno esigono più di un’attenzione da parte dei padroni di casa, perché periodicamente è necessario provvedere al loro trattamento con prodotti protettivi in grado di salvaguardarli dalle intemperie. Però sono anche i più belli e naturali: sono al 100% ecocompatibili, hanno un potere isolante che garantisce il miglior rapporto tra qualità e prezzo e possono essere verniciati in tutte le tinte RAL.

Legno e alluminio, belli e resistenti

Per cercare di risolvere il problema della manutenzione dei serramenti 100% legno, le aziende produttrici hanno introdotto la variante in legno e alluminio. Il legno impreziosisce gli ambienti interni, anche in questo caso rifinito come desiderato dal cliente, l’alluminio invece è all’esterno. L’impatto estetico esterno è comunque preservato grazie alle innumerevoli possibilità di trattamento del materiale metallico che, nel tempo, richiede solo rarissime manutenzioni.

Leggi anche:  Bollette dell’acqua, pronta una class action a tutela dei consumatori

PVC altamente isolante

Questo materiale plastico consente, unito a componenti adeguatamente selezionati per il risparmio energetico, di ottenere un serramento che può raggiungere coefficienti di trasmittanza ampiamente al di sotto dei parametri minimi previsti dalla normativa vigente. Questo significa per l’utente finale, garanzia di risparmio sui costi del riscaldamento pari al 30-40% grazie alle proprietà altamente isolanti di questo materiale.

Vetrocamera, argon e aria

La vetrocamera mette in comunicazione l’esterno con l’interno dell’abitazione. Composta da un doppio o triplo vetro con intercapedine riempita di semplice aria o di gas argon, è una componente fondamentale per l’efficienza del serramento. Le ultime tecnologie hanno anche introdotto le lastre di vetro semiriflettenti: lasciano passare la luce, ma bloccano il calore.

Installazione certificata

L’efficienza dei serramenti è indissolubilmente legata a una posa a regola d’arte. A nulla infatti serve un serramento di altissima qualità, se il vano finestra, i prodotti e gli strumenti utilizzati per l’installazione non sono idonei a sostenerne la prestazione. I posatori più affidabili sono quelli che seguono rigidi protocolli certificati e corsi d’aggiornamento.