Wylab e IQUII siglano la partnership: insieme per lo sviluppo di strategie integrate nello Sport Business. Firmato l’accordo di collaborazione tra la Digital Consulting Company, parte del Gruppo Be, e il primo Sport-tech incubator italiano per lo sviluppo di progetti e iniziative trasversali riguardanti sport, business, formazione e innovation technology

Obiettivo comune, sviluppare progetti ed iniziative nel mondo dello sport

L’evoluzione della Sport Industry e le trasformazioni in atto negli ultimi anni hanno portato un cambiamento deciso nel modo in cui le aziende approcciano il mercato, dal focus sull’esperienza utente all’integrazione sempre più forte della tecnologia, fino al time to market. In questo contesto nasce la sinergia tra i due player che, con visioni e strategie condivise, intendono apportare valore e trasformarlo in opportunità di business.
Ed è con queste basi che si struttura la partnership tra Wylab e IQUII, con l’obiettivo congiunto di sviluppare progetti ed iniziative nel mondo dello sport condividendo visione, competenze e network così da offrire al mercato nuove opportunità e servizi innovativi.
Nello specifico, la partnership si focalizzerà su quattro direttrici principali:
business (sport platform, insight & data, eventi)
formazione
content marketing
innovation technology

Siamo molto entusiasti di questa collaborazione che dà valore, rafforza il nostro lavoro ed è un segno della continua evoluzione di IQUII nello Sport Business. L’opportunità di collaborare con Wylab, il primo Sport-tech incubator italiano, ci permetterà di affrontare nuove sfide nell’Industria dello sport, mettendo a disposizione il nostro know-how su tematiche come Fan Engagement, Data Monetization e Sport Marketing.
Fabio Lalli, CEO di IQUII

La partnership con un player di alto livello come IQUII, rafforzerà la proposizione di valore nei confronti delle organizzazioni sportive nell’ambito della nostra missione di offrire soluzioni tecnologiche e strategie innovative che migliorino l’esperienza dei fan e la generazione di ricavi dalle attività digitali. Abbiamo numerosi progetti in cantiere e non vediamo l’ora di cominciare!”
Federico Smanio, CEO di Wylab

(Nella foto in alto, Federico Smanio)