“Vietato non sfogliare”: al Gaslini la mostra di libri accessibili realizzata per coinvolgere i bimbi disabili, che affascina tutto il pubblico dei piccoli lettori

La mostra a cura dell’associazione Area Onlus è un percorso espositivo che si snoda fra più di 100 libri per l’infanzia per avvicinare tutti i bambini al mondo della lettura e dei libri, con esperienze concrete e linguaggi differenti come strumento di scambio e di inclusione

Genova. Grande interesse da parte di bambini e ragazzi per la mostra itinerante di libri accessibili “Vietato non sfogliare”, che da mercoledì 5 giugno a venerdì 14 è fruibile a tutti all’Istituto Gaslini: si tratta di “libri accessibili”: interattivi da leggere con i cinque sensi, realizzati per i bimbi con disabilità, ma di straordinario interesse per tutto il pubblico dei piccoli lettori e anche per genitori, insegnanti, studenti, operatori della sanità e della riabilitazione.

La mostra è a ingresso libero ed è visitabile tutti i giorni non festivi dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 presso il padiglione 16, al piano terra, nell’auletta accanto all’aula magna dell’Istituto.

La mostra “Vietato non sfogliare” progettata e realizzata dall’associazione Area Onlus di Torino è un percorso espositivo che si snoda fra più di 100 libri per l’infanzia.
L’esposizione vuole avvicinare tutti i bambini al mondo della lettura e dei libri, promuovendo esperienze concrete e motivanti e valorizzando linguaggi differenti come strumento di scambio e di inclusione.

Leggi anche:  Camogli, "Popoli in movimento" tra gli eventi rinviati

La mostra è organizzata in diverse sezioni: libri tattili, libri in simboli, libri ad alta leggibilità, libri in lingua dei segni, audiolibri, ed è completata da una sezione che racconta la disabilità e da una sezione ludico-didattica per supportare l’organizzazione di laboratori ed attività.
Ogni sezione è ospitata sotto il tetto di una “casetta” simbolo di accoglienza e lettura condivisa di “belle storie” quale strumento di partecipazione e crescita personale. Queste “casette” sono diventate un po’ il simbolo di questa iniziativa itinerante nel suo lungo viaggio, con il quale ha percorso con grande successo ed in occasione di importanti eventi molte regioni d’Italia.

Nel periodo dell’esposizione saranno organizzate iniziative e piccoli laboratori a cura del team della UOC Riabilitazione del Gaslini, delle insegnanti della Scuola in ospedale e dei volontari delle associazioni operanti all’interno dell’istituto.
L’associazione Area Onlus di Torino – che ha progettato e realizzato questa mostra – opera dal 1982 a Torino, ed è da molti anni un punto di riferimento per bambini e ragazzi con disabilità e per i loro familiari.