Primo incontro ufficiale venerdì mattina tra il sindaco di Chiavari Marco Di Capua e quello di Genova Marco Bucci. Tra gli argomenti trattati il futuro del trasporto pubblico locale ed una possibile fusione Amt-Atp ed il problema rifiuti, le eventuali proroghe che il presidente della città metropolitana dovrà concedere alla discarica di Bacezza.

L’asse fra i due sindaci verso la fusione Amt-Atp

Trasporti pubblici al centro del vertice fra i due sindaci, con Bucci che ha ribadito la forte intenzione di lavorare all’ipotesi di fusione fra le due società genovesi e chiavaresi di trasporto, l’Amt e l’Atp, entrambe in difficoltà. Per Bucci occorre far arrivare nuovi, esperti manager di caratura nazionale per gestire fusione e servizi, senza per questo doversi affidare a capitali privati, percorsi già tentati con pessimi risultati e grandi proteste in casa Atp. Di Capua si è detto favorevole all’ipotesi di fusione quanto al mantenimento della società in mano pubblica, ma ha posto l’accento sulla necessità di garantire la continuità e capillarità del servizio: Chiavari, insomma, non deve rischiare di restare sacrificata nella riorganizzazione ed ottimizzazione che scaturirebbe inevitabilmente da una simile fusione.

Leggi anche:  A Wylab giovedì 6 Antonio Gozzi intervista Carlo Calenda

Fra i temi in discussione anche la gestione dei rifiuti

Discarica di Bacezza: nel corso del summit il sindaco chiavarese ha introdotto anche il tema dei rifiuti. Il sito di Bacezza necessita di una urgente messa in sicurezza, ma per portarla a termine sarà necessaria una proroga da parte della Città Metropolitana. I lavori avrebbero dovuto essere compiuti dall’impresa Costa Mauro, ma, sostiene Di Capua, gli impegni presi a bando d’appalto non sono stati rispettati, e sulla questione è in corso persino un’indagine delle Fiamme Gialle.