L’associazione “Verità per Giulio Regeni-Il Tigullio non dimentica” ha organizzato un presidio sabato 21 dalle ore 10  alle ore 12.30 a Sestri Levante in Viale Dante, incrocio Via Unione Sovietica,​ per far sì che non venga dimenticata la richiesta di verità sulla morte di Giulio Regeni.

L’associazione, nell’occasione, intende ricordare anche «l’immotivata detenzione di Amal Fathy, sottoposta a custodia preventiva al Cairo dal 11 maggio scorso». «Le detenzioni arbitrarie in Egitto ormai sono all’ordine del giorno e spesso sono un biglietto di sola andata per un inferno di incertezza , maltrattamenti e spesso tortura», spiega il Comitato. «Non dobbiamo perdere la voglia di lottare, è un dovere che abbiamo nei confronti di Giulio, della sua famiglia ed anche un dovere nei nostri confronti di italiani che pretendono la verità sulla morte di un loro concittadino torturato ed ucciso in un paese, l’Egitto, con il quale continuiamo ad intrattenere relazioni politico-economiche».