Sestri Levante, in un anno 6.100 schede di ritiro, 48 tonnellate di beni avviati a nuova vita. A gennaio 2018 differenziata al 75,80%. Crescono i servizi e cala la Tari.

Tempo di bilanci

Tempo di bilanci per il Centro di Raccolta Urbano e il Mercato del Riuso di Sestri Levante che, a un anno dall’inaugurazione avvenuta il 18 febbraio, tira le somme dei primi 12 mesi di attività che hanno segnato un successo sempre crescente sia dal punto di vista dei conferimenti che dei ritiri.
«La realizzazione del Centro di Raccolta e del Mercato del Riuso rappresenta la concretizzazione di due punti chiave all’interno della Strategia Rifiuti Zero – dichiara il Sindaco Ghio – un percorso che abbiamo abbracciato appieno e con grande impegno sia da parte dell’Amministrazione che dei tecnici che hanno lavorato sul campo. I numeri sono la prova tangibile della bontà di un percorso che ha incontrato la sensibilità dei cittadini di Sestri Levante, che ringrazio: hanno capito gli obiettivi dell’Amministrazione e hanno trovato in questi due servizi le risposte concrete a bisogni».

I numeri del Centro di Raccolta

Da febbraio 2017 sono stati conferiti presso il Centro di Raccolta i seguenti rifiuti: circa 38 tonnellate di ingombranti, 88 tonnellate di legno, più di 40 tonnellate di RAEE, più di 55 tonnellate di materiale ferroso, 230 kg di toner, circa 2150 kg di batterie ed accumulatori al piombo, oltre 4 tonnellate di vernici, 220 kg di medicinali, oltre 1.000 kg di pneumatici fuori uso, più di 20 tonnellate di inerti conferiti da privati, non ultimo, e specialmente nell’ultimo periodo, si registrano mediamente 8 quintali di conferimenti di sfalci e potature a giornata di apertura del Centro, per circa 280 tonnellate di sfalci conferiti.

Anche il primo anno di vita del Mercato del Riuso ha registrato una intensa attività, che vede un grande affollamento degli spazi di via Salvi durante i giorni di apertura del Mercato, che hanno contato oltre 6.100 schede di ritiro, progressivamente in crescita mese dopo mese. A febbraio i ritiri sono stati 107 (stimati 1.200 kg di oggetti), a marzo
386 ritiri (stimati 4.400 kg di oggetti), ad aprile 425 ritiri (stimati 4.800 kg di oggetti), a maggio 479 ritiri (pesati, con utilizzo di pesa da tavolo, circa 5.500 kg di oggetti), a giugno 489 ritiri, (pesati circa 2.650 kg di oggetti), a luglio 503 ritiri (pesati circa 2.900 kg di oggetti), ad agosto 509 ritiri (pesati circa 3.000 kg di oggetti), a settembre 557 ritiri (pesati quasi 3.600 kg di oggetti), a ottobre 794 ritiri (pesati circa 5.400 kg di oggetti), a novembre 739 ritiri (pesati quasi 6.000 kg di oggetti) e a dicembre 533 ritiri (pesati oltre 3.800 kg di oggetti). A gennaio 2018 sono stati effettuati 665 ritiri (per oltre 5.000kg di oggetti).

Leggi anche:  Sestri, sopralluogo della minoranza a Sant'Anna

Il Mercato del Riuso

Dall’analisi del primo anno di attività del Mercato del Riuso si stima che il nuovo servizio abbia consentito di avviare a nuova vita oltre 48 tonnellate di oggetti e mobili vari, che diversamente sarebbero stati smaltiti come rifiuti, sebbene in modo differenziato. Il Mercato del Riuso ha consentito pertanto non solo di risparmiare il costo di smaltimento e/o trattamento all’impianto di riciclo di tali oggetti, oltreché di trasporto all’impianto, ma anche di rimettere in circolazione beni con un valore economico a volte anche significativo, il tutto nello spirito della Strategia Rifiuti Zero, che indirizza in prima battuta alla riduzione dei rifiuti, oltre che nello spirito di una economia circolare e altresì di una politica sociale del nuovo servizio. Il successo del Mercato è anche da ricercare nella posizione comoda al centro cittadino, cosa piuttosto rara e possibile grazie a uno studio di realizzazione e a una gestione molto accurati che ha consentito di fornire un servizio utile in zona centrale.

La differenziata a Sestri

Sono inoltre disponibili i dati relativi alla raccolta differenziata per il mese di gennaio che assestano la percentuale di
differenziazione al 75,8, mantenendo un andamento in progressiva crescita. Le politiche attuate dal Comune di Sestri Levante per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti e l’opera di informazione e sensibilizzazione attuata nei confronti della cittadinanza è valsa l’attribuzione di diversi premi. Si menzionano l’”Italian Resilience Award”, destinato a Comuni italiani e aziende che hanno intrapreso la strada dello sviluppo sostenibile, con la candidatura “”Nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e mobilità sostenibile: bike sharing – bicibus e pedibus – rete piste ciclabili” ; “Comuni Virtuosi”: Sestri Levante è stato premiato quale Comune vincitore nella categoria rifiuti per l’edizione 2017; premio “La Città per il Verde” edizione 2017 Sezione “Il Comune più Organico” – categoria 15.000/50.000 con la seguente menzione “Premio rivolto alle Amministrazioni Comunali che si sono distinte per avere attuato sul loro territorio politiche informative e operative rivolte alla valorizzazione dei rifiuti biodegradabili e
compostabili”.