Troppi infortuni sul Monte di Portofino, Senarega (Lega): occorre portare avanti azioni di prevenzione e sensibilizzazione nei confronti degli escursionisti. Allo studio anche codice digitale ‘QR’ per localizzare più velocemente turisti in difficoltà

L’interrogazione di Senarega sugli incidenti sul Monte di Portofino

“Troppi incidenti a escursionisti sul Monte di Portofino con conseguenti interventi di squadre di soccorso ed elicottero, che rappresentano un costo per la collettività. Pertanto, occorre portare avanti azioni di prevenzione, informazione e sensibilizzazione in particolare nei confronti di chi usufruisce dei sentieri a scopo turistico”.

Oggi mercoledì 7 novembre in consiglio regionale, rispondendo ad un’interrogazione di Franco Senarega, capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini , l’assessore ai Parchi Stefano Mai ha riferito che i sentieri sono mantenuti e segnalati bene (incluse le indicazioni sulle difficoltà dei percorsi). Tuttavia, si continuerà a monitorare la situazione per migliorare la prevenzione sul territorio, uno dei più belli del mondo che deve essere visitato in piena sicurezza.

I transiti sui sentieri sono tra i 100 e i 130mila all’anno

“In tal senso – continua Senarega – attualmente è anche allo studio l’applicazione sui cartelli informativi di un codice digitale ‘QR’ per localizzare più puntualmente e velocemente eventuali escursionisti in difficoltà.

Leggi anche:  Tre bollini RosaArgento per la RSA della Asl 4 Chiavarese

I transiti sui sentieri del Monte di Portofino sono tra i 100 e i 130mila all’anno. Il percorso più soggetto a infortuni risulta quello delle Batterie verso San Fruttuoso di Camogli”.