Mercoledì 18 dicembre, all’auditorium della Società Filarmonica di largo Pessagno, festa per i “Nati nel Tigullio 2019”. La manifestazione, è stata organizzata in collaborazione con Asl 4 e Tigullio Centro Famiglia. Nell’occasione, importante annuncio dell’amministrazione comunale: l’erogazione di un contributo per ogni nato nel 2020 all’interno del territorio comunale.

Torna a Chiavari il bonus bebè

«Già in vigore durante il mandato di Vittorio Agostino, l’importo del bonus nuovi nati, da erogare una tantum, verrà calcolato sulla base dell’ISEE famigliare – ha spiegato il sindaco Marco Di Capua -. Il “bonus” si concretizzerà in 1.000 euro per il primogenito (ISEE massimo fino a 20mila euro), 1.200 euro per il secondogenito (ISEE massimo fino a 25 mila euro), 2000 euro per il terzogenito (ISEE massimo fino a 30 mila euro) ed infine 3.500 euro per il quartogenito ed oltre (ISEE massimo fino a 30mila euro)».

«Il sostegno alla natalità è uno dei temi del lavoro di collaborazione con le associazioni che si occupano di famiglia – ha aggiunto l’assessore ai servizi sociali Fiammetta Maggio -. Esistono servizi dedicati, costruiti per essere concreto aiuto alle coppie nel compito genitoriale. Attivo dall’aprile del 2018 il servizio di home visiting, un accompagnamento ai genitori nel concreto accudimento del neonato, o il Centro Famiglia, che promuove attività di confronto tra genitori e attività laboratoriali».

Leggi anche:  Rapallo, transito vietato in via Gramsci per circa due settimane

Prevista una spesa di 70mila euro «Si tratta – ha concluso il capogruppo di “Avanti Chiavari – Marco Di Capua Sindaco”, il dott. Alberto Corticelli -, di un’erogazione complessiva di circa 70mila euro per i nati 2020. Un’azione di sostegno destinata a sostenere la natalità e a supportare i nuovi nuclei familiari, anche quelli che non hanno rilevanti difficoltà economiche».