Nozze sul Monte Cornua, ora è possibile. La giunta ha votato all’unanimità il nulla osta, che consente, d’ora in avanti, di poter celebrare i matrimoni nella località collinare del borgo di Sori.

Sposarsi sul Monte Cornua è possibile

Lassù si trova la cappelletta degli Alpini, da dove parte un antico percorso di transumanza e anche meta di visita all’interno dell’itinerario storico di San Colombiano. Si tratta di un sito escursionistico molto frequentato, soprattutto nel periodo estivo e primaverile, lungo i monti, conosciuti anche come i Monti del Paradiso, 166 km di sentieri. Si sale da Sant’Apollinare e si prosegue sino a Case Cornua, col Golfo Paradiso e tutta Genova sullo sfondo, sino a intravedere, con le belle giornate Vado ligure, a sinistra e il promontorio di Portofino e Camogli, sulla destra. L’antico itinerario collega Terrarossa di Moconesi a Genova Nervi, seguendo il percorso seguito dalla famiglia Colombo, originaria della Fontanabuona. La piccola chiesa degli Alpini sulla sommità di Case Cornua è affacciata sulla vista mozzafiato della valle. Qui da tempo si svolgono cerimonie e iniziative, ma soprattutto è meta preferita di escursionisti.

Nel luglio 2014 la cappelletta degli Alpini, con un atto notarile, è diventata di proprietà comunale, a causa della difficoltà logistica per le varie manutenzioni. «Passata al Comune, in questi anni non sono mai giunte richieste di poter celebrare lì i matrimoni – spiega  sindaco Paolo Pezzana – poi, improvvisamente ecco la richiesta e allora, per legge abbiamo dovuto passare ufficialmente in giunta la possibilità di svolgere in quel luogo i matrimoni civili». E’ stata una coppia appassionata di escursionismo in bicicletta, a chiederci di essere sposati in quel posto incantevole. Un storia romantica, quella della copia del borgo, soresi entrambi, che si sono conosciuti proprio sul monte e davanti la cappelletta. Ed è di giovedì 29 marzo la delibera di giunta che offre finalmente la possibilità alla giovane coppie di convolare a nozze nel loro luogo preferito. A celebrare il primo matrimonio in Cornua, sarà proprio il sindaco.