La sperimentazione del 5G sta preoccupando cittadini e ambientalisti. Le zone indicate per provare la nuova tecnologia, sarebbero quelle di San Colombano (Fontanabuona) e Rezzoaglio (Val d’Aveto).

Sperimentazione del 5G, ambientalisti sul piede di guerra

A puntare il dito contro le antenne sono Pierluigi Biagioni – Verdi Liguria area Tigullio e Angelo Spanò  co-portavoce metropolitano Verdi Liguria: “Sulla stampa di alcuni giorni fa è apparsa la notizia di un progetto per il potenziamento di frequenze elettromagnetiche (5G) attraverso nuove antenne, da diffondere in buona parte della Valfontanabuona!  A questo proposito ricordiamo quando parecchi anni or sono parlammo di un depuratore comprensoriale in Valfontanabuona e ci sentimmo dire dalle autorità locali che non volevano le deiezioni altrui nel loro territorio, ovvero non volevano la “puzza”! Ora il discorso non è più accentrato sull’odore, ma su qualcosa di più subdolo, perché non passa dal naso ma direttamente dal cervello, subdolamente e silenzioso creando probabile cancro da onde elettromagnetiche! Non siamo contrari alla tecnologia ed agli sviluppi della scienza, ma al progresso della salute sancito dalla nostra Costituzione”.