Il Comune di Sestri Levante è presente al Meeting Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia a Oriolo Romano (VT) nello spazio dedicato alla Liguria e gestito in collaborazione con il Parco dell’Antola. La manifestazione, cominciata giovedì 27 e che terminerà domani, domenica 30 giugno, è occasione di promozione turistica ma anche per un confronto sul lavoro dei Comuni per un presente e un futuro migliore.

Sestri Levante al meeting dei Borghi Autentici d’Italia

Alla manifestazione sono presenti numerosi Comuni italiani, da Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Sardegna e Sicilia, che oltre a gestire una parte espositiva e informativa presentano i prodotti enogastronomici tipici del proprio territorio, fornendo ai partecipanti alla manifestazione un festoso (e gustoso) spaccato del territorio italiano e delle sue peculiarità, proponendo spunti per occasioni di viaggio e di scoperta dei borghi italiani.

Il Meeting è però anche occasione di dibattito e confronto. Dopo l’apertura ufficiale di giovedì, alla presenza del Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, dell’Assessore regionale Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali, Alessandra Trocarelli, del capo di Gabinetto del Presidente della Regione Albino Ruberti, del Presidente della Provincia di Viterbo, Pietro Nocchi e di numerosi Sindaci, si sono aperte le sessioni di ascolto-confronto-dibattito che hanno coinvolto numerosi ospiti che hanno dialogato sui diversi ambiti riferiti al tema centrale del Meeting “La cura della casa comune”.
Il Sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio, è stata invitata a intervenire all’interno del panel del venerdì pomeriggio, dal titolo “I bambini devono ritornare a giocare per strada nei borghi” a cui hanno partecipato Alessandro Bosi – Sociologo urbano – Università degli Studi di Parma, Francesco Fulvi – Architettura sostenibile e gestione degli spazi nei borghi, Roberta Olivero – Associazione “Ali per giocare”, Gianfilippo Mignogna – Sindaco di Biccari e Viviana Luongo – Cooperativa sociale Progetto Uomo onlus: “Una città per giocare”, Progetto del Comune di Napoli per la promozione di momenti e spazi per sviluppare la cultura del gioco. L’intervento si è concentrato sull’esperienza del Comune di Sestri Levante e sulle scelte amministrative che sono state e continuano a essere alla base della gestione e dell’ampliamento del verde pubblico cittadino.

Leggi anche:  Tutti a bordo del leudo a Sestri Levante

Così la Ghio: «Il gioco libero e spontaneo all’aperto è un diritto di ogni bambino: partendo da questo assunto, per noi fondamentale, durante lo scorso mandato abbiamo lavorato su un percorso di sviluppo del verde pubblico, elemento indispensabile nella nostra visione per incentivare i più piccoli a vivere la città e a viverla ‘da bambini’. Dal 2013 al 2018 i parchi e gli spazi verdi di Sestri Levante sono passati da una estensione di 32mila a 76mila mq, per un totale di 9 tra parchi e giardini, un risultato che fa parte di un percorso di sviluppo cittadino che guarda al benessere e alla qualità della vita di chi abita a Sestri Levante ma anche di chi la frequenta, con l’obiettivo di avere una città sempre più orientata al vivere in maniera ‘verde’ e consapevole, pensando anche a quello che lasciamo ai nostri figli, cittadini di domani. Parchi urbani e giardini pubblici sono il caposaldo di questo percorso. Sono molto onorata dell’invito di Borghi Autentici a condividere la nostra esperienza che si unisce al recente “City-Brand&Tourism Landscape Award” che abbiamo ricevuto nella sezione “City Play”, dedicata ai progetti di spazi dedicati al gioco e allo sport, per il parco Nelson Mandela».

Nel corso dell’intervento la Ghio ha illustrato non solo il lavoro per la realizzazione del parco Mandela ma ha descritto l’intero percorso sviluppato sulla rete del verde pubblico, collegato alla sua fruizione da parte dei bambini, che ha visto anche la realizzazione dei giardini sul lungomare di Riva Trigoso e la realizzazione parco Paolo Sterza all’interno del quale è stata creata un’area per bambini ci cui giochi sono stati scelti dagli alunni della scuola primaria con il supporto di Arciragazzi Tigullio.