ll consigliere regionale e segretario dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Liguria, Claudio Muzio, nel tardo pomeriggio di ieri ha rappresentato la Regione all’inaugurazione del nuovo mezzo di soccorso della Croce Verde di Recco.

Recco, inaugurata la nuova ambulanza della Croce Verde

“Dal 1924 la Croce Verde di Recco – ha dichiarato Muzio – rappresenta un importante presidio sanitario a sostegno dei cittadini in difficoltà. Non vi era modo migliore per festeggiare questi primi 95 anni di vita che con l’inaugurazione di una nuova ambulanza, segno tangibile della presenza e dell’impegno quotidiano dei militi e dei volontari della Croce Verde. Una presenza ed un impegno riconosciuti ed apprezzati dai cittadini di Recco, che con le loro offerte hanno reso possibile l’acquisto di questo nuovo mezzo”.

Muzio ha poi ricordato l’impegno della Regione e suo personale nella battaglia per esentare le Pubbliche Assistenze dal pagamento dei pedaggi autostradali anche per i trasporti di non emergenza: “Con l’ultima circolare ministeriale – ha sottolineato – si è fatto un importantissimo passo in avanti, che potrà e dovrà essere completato con una modifica legislativa al Regolamento attuativo del Codice della Strada che chiarisca in maniera definitiva che tutte le Pubbliche Assistenze, in ragione del ruolo sociale e del servizio sanitario ed assistenziale che svolgono, non debbono versare i pedaggi dell’Autostrada. Sono orgoglioso di aver sostenuto in questi anni una battaglia giusta e doverosa”.

“Sempre a proposito dei servizi di non urgenza – ha affermato ancora il consigliere Muzio – come Regione stiamo affrontando il tema della loro assegnazione. Dopo la sentenza con cui nel 2018 il Consiglio di Stato aveva dichiarato l’attuale sistema dell’affidamento diretto mediante convenzione incompatibile con la Direttiva europea che prevede il bando di gara, nello scorso mese di marzo è arrivata una pronuncia della Corte di Giustizia europea che va in una diversa direzione. Questa pronuncia ritiene escluso dall’applicazione dall’obbligo di gara ‘il trasporto in ambulanza qualificato, comprendente, oltre al servizio di trasporto, l’assistenza prestata a pazienti in un’ambulanza da parte di un soccorritore sanitario coadiuvato da un aiuto soccorritore, a condizione che tale trasporto sia effettivamente assicurato da personale debitamente formato in materia di pronto soccorso e riguardi un paziente per il quale esiste un rischio di peggioramento dello stato di salute durante il viaggio’. La Corte di Giustizia ha inoltre specificato che questa tipologia di trasporto dev’essere affidata a organizzazioni senza scopo di lucro, definite dalla Corte come
quelle che ‘hanno l’obiettivo di svolgere funzioni sociali, prive di finalità commerciali, e che reinvestono eventuali utili al fine di raggiungere l’obiettivo dell’organizzazione’. In tale quadro complesso l’obiettivo della Regione è quello di tutelare le Pubbliche Assistenze del territorio, che in tutti questi anni hanno gestito egregiamente questi servizi. L’Assessorato alla Sanità ha istituito dei tavoli tecnici con i soggetti interessati, e il dialogo sta portando buoni risultati. In accordo con le stesse Pubbliche Assistenze, come ha ricordato l’assessore Sonia Viale, la sintesi verrà fatta entro breve tempo”.

Leggi anche:  Viadotti Sori e Bisagno, interrogazione di Claudio Muzio

Muzio ha poi concluso ringraziando tutti i militi e volontari e il nuovo presidente della Croce Verde di Recco, Marco Bertagnon: “A nome della Regione voglio ringraziarvi uno ad uno per il servizio che generosamente prestate con impegno e dedizione. Senza le Pubbliche Assistenze ed il volontariato il sistema sanitario regionale andrebbe incontro a gravi difficoltà. Al presidente ed amico Marco Bertagnon gli auguri di buon lavoro, che sono certo saprà svolgere con la passione e la preparazione che lo contraddistinguono”.