Grande successo per le celebrazioni in onore di Nostra Signora del Suffragio a Recco, malgrado l’allerta gialla, l’annullamento della processione e la riduzione degli spettacoli pirotecnici a causa del maltempo. Circa sessantamila le presenze di ospiti in città, registrato anche un numero consistente di stranieri tra francesi, olandesi e tedeschi, ansiosi di alzare il naso all’insù per assistere, nel corso delle due serate, agli spettacolari fuochi d’artificio e a partecipare da spettatori alle tradizionali sparate dei mascoli sul greto del torrente.

In 60mila per assistere agli spettacoli pirotecnici, la soddisfazione di Gandolfo

A conclusione della festa patronale il sindaco di Recco Carlo Gandolfo rivolge un sentito ringraziamento a quanti hanno profuso le loro energie per la buona riuscita dello spettacolo pirotecnico e degli altri eventi che hanno fatto da corollario al programma religioso. «Stasera il quartiere che giudicherà di aver offerto lo spettacolo più bello – dice il sindaco Carlo Gandolfo – alzerà sul pennone la bandiera rosa. Vorrei assegnare la mia personale bandiera rosa ai quartieri Verzemma e Spiaggia che, a causa delle condizioni metereologiche avverse, per far procedere la festa in totale sicurezza e nel rispetto degli orari previsti, con grande senso di responsabilità hanno deciso di non effettuare gli spettacoli pirotecnici in programma. La mia bandiera rosa va anche al Santuario e alla Confraternita, al Comitato Festeggiamenti, a tutti i Quartieri per lo sforzo organizzativo profuso, alle Forze dell’Ordine, ai Vigili del Fuoco, alla Capitaneria di Porto, al personale della Polizia Locale, alle Pubbliche Assistenze e al personale del 118 che hanno svolto in maniera impeccabile il loro compito di controllo del territorio, a tutti i volontari dei Vab, all’Associazione nazionale Carabinieri in congedo, alla Guardia Costiera ausiliaria e agli Alpini senza i quali sarebbe impossibile garantire la completa sicurezza delle tante persone che partecipano alla festa. Un particolare ringraziamento va al personale del Comune che con dedizione e impegno ha permesso di far funzionare perfettamente la macchina della festa».