Il prossimo 16 agosto, giorno della Festa Patronale, si svolgerà a San Rocco di Camogli la 57ma Edizione del “Premio Internazionale Fedeltà del Cane”. Come ogni anno, a partire dal 2007, nel corso della manifestazione protagoniste saranno le storie dei cani che si sono distinti per le loro azioni di coraggio e le storie delle persone che hanno compiuto gesti di bontà in favore dei cani.

Ecco alcuni dei premiati: le prime storie

Durante questa 57ma edizione saranno premiate 14 storie di Fedeltà (del cane verso l’uomo), 5 storie di Bontà (dell’uomo nei confronti del cane), ed una menzione. Ecco le prime storie.

PREMI FEDELTA’ a Anduril e Takoda, pastori svizzeri bianchi, rispettivamente zio e nipote di 7 e 4 anni, svolgono preziosa attività di pet therapy con pazienti affetti da malattie neuromuscolari al Centro Clinico NeMO di Arenzano

Trappe, labrador di 2 anni, si offre con generosità alla sua padrona, aiutandola ad affrontare e a superare insieme il momento molto delicato della sua malattia.

Premi Bontà a Piera Boccaccio:  ha adottato tre levrieri provenienti dall’Irlanda e collabora attivamente con il GACI in difesa dei levrieri.

Il programma del 16 agosto

– ore 11 messa solenne
– dalle ore 12 apertura stand gastronomico
– ore 16 Premio Fedeltà del Cane
– ore 18 Vespri e processione
– ore 20.30 estrazione sul palco dei biglietti della lotteria a premi
– dalle ore 21 serata in musica con l’Orchestra SERENA GROUP

Leggi anche:  Camogli, al via importanti novità per la viabilità cittadina

Nota: lo stand gastronomico, con prodotti tipici, sarà aperto oltre al giorno 16 anche il giorno 15 agosto; orari di apertura: mercoledì 15 dalle ore 19 e giovedì dalle 12 alle 22.30.

Saranno premiati anche gli studenti: il concorso “Un cane per amico”

Per l’occasione verranno premiati anche i ragazzi che hanno partecipato al concorso “Un cane per amico”.
Il concorso è destinato agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Città Metropolitana di Genova e a partire dal 2016, anche delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Sarmato (Piacenza), Comune in cui è situata la grotta dove S. Rocco, contagiato dalla peste, aveva trovato rifugio e dove, secondo la tradizione, un cane di nome Reste gli portava il pane. E proprio in considerazione della comune venerazione per il Santo i due Comuni, Camogli e Sarmato, hanno sottoscritto un patto di amicizia,

Quest’anno la giuria del concorso, costituita da Giovanna Cerruti, Titti Schellembrid e Rosangela Crescini (per l’Associazione per la Valorizzazione Turistica di San Rocco di Camogli) ha dichiarato vincitori:

PRIMO PREMIO: Maddalena Martinelli (5B, Camogli)
SECONDO PREMIO: Alessandra Evaristi (3A, Sarmato)
TERZO PREMIO, PARI MERITO: Ada Banfi e Nina Leverone (3B e 2 A, Camogli)
PREMIO alla classe 4B di Camogli

Sono state inoltre assegnate due MENZIONI SPECIALI: Tomas Botto (5A, Camogli) e Ahmed Menaouar (1A, Sarmato).

 

(foto di archivio)