Novità positive in arrivo in merito agli interventi di ripristino della situazione dopo i pesanti danni della mareggiata del 29 e 30 ottobre scorsi.

Post mareggiata, il punto sui lavori

Nella giornata di ieri, la Regione Liguria ha comunicato la ripartizione di 8 milioni di euro (messi a disposizione dal governo centrale) destinati alla difesa della costa tra i Comuni liguri che hanno subito danneggiamenti a causa dello straordinario evento meteo-marino. A Rapallo sono stati destinati 500mila euro per il ripristino del lungomare.

Le parole di Bagnasco

«Ringrazio la Regione Liguria, in modo particolare il presidente nonché commissario per l’emergenza Giovanni Toti e l’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, per aver mostrato ancora una volta grande attenzione alle esigenze del territorio, soprattutto in questo momento di forte difficoltà – sottolinea il sindaco Carlo Bagnasco – L’importante contributo ricevuto è destinato ai lavori di ripristino della passeggiata a mare. Auspichiamo che, in tempi brevi, arrivi dagli enti sovraordinati il finanziamento più rilevante e fondamentale per il Comune di Rapallo: quello per il livellamento del golfo».

Leggi anche:  Auto cappottata a Rapallo

Proseguono intanto le operazioni per riportare in galleggiamento l’imbarcazione “Suegno”, arenata in mezzo al golfo in una posizione che impedisce l’avvicinamento dei pontoni per la rimozione delle barche andate ad incagliarsi sulla spiaggia dei Cavallini e del Lido. «Gli interventi vanno avanti e, stando a quanto mi è stato comunicato, nel fine settimana finiranno le operazioni di scavo attorno al Suegno, che dovrebbe quindi venire rimosso nei primi giorni della prossima settimana – prosegue Bagnasco – In contemporanea si procederà con il solco per consentire la rimozione delle imbarcazioni arenate sul lungomare. Si continua a lavorare incessantemente per riportare la situazione alla normalità entro Pasqua».