Yasser Ibrahim Ahmed, titolare del ristorante Sapore di Mare, ha lanciato una nuova iniziativa per ricambiare la vicinanza ed aiuto ricevuto dalla comunità rapallese dopo che la sua attività aveva rischiato di chiudere a causa delle devastazioni della mareggiata dello scorso anno: la pizza sospesa.

Pizza sospesa: un’altra iniziativa solidale del Sapore di Mare

L’idea Yasser l’ha presentata la sera del 29 ottobre, nel corso di una cena solidale organizzata per raccogliere fondi in favore della mensa dei poveri, pensata proprio come ringraziamento per nei confronti della città che gli è stata accanto dopo la mareggiata. In quella sera per la mensa dei poveri sono stati raccolti 1.396 euro, cioè la metà dell’incasso. La pizza sospesa segue invece un’abitudine – nota in Campania per il “caffè sospeso” – che sta man mano prendendo piede tra volenterosi esercenti d’ogni tipo in Italia: «Pensando che le persone in difficoltà ci sono ogni giorno dell’anno, abbiamo voluto riservare loro un posto a tavola gratuito», spiega il titolare del Sapore di Mare. «Qualunque cliente o amico che volesse contribuire, potrà lasciare la somma di 5 euro per una pizza ed una bevanda, che sarà servita o confezionata da asporto a chi, momentaneamente in difficoltà, ne farà richiesta».

Leggi anche:  Taglio del nastro per il bus ibrido

Al momento le pizze sospese sono già arrivate al ragguardevole numero di 83, ma solo due persone ne hanno sinora usufruito: «perché l’iniziativa non è ancora conosciuta», spiega Yasser, che auspica si possa diffondere quanto più possibile la notizia che «al Sapore di Mare a Rapallo, c’è un posto a tavola sempre apparecchiato, si può passare e chiedere se c’è una pizza sospesa, ma anche se non ce ne fossero, una pizza ogni giorno, ci sarà sempre».