“Per il mondo dell’autotrasporto e tutta la filiera quello che è successo a novembre e dicembre su viadotti e gallerie autostradali in Liguria ha pesato più del crollo del Morandi”. A dirlo Giovanni Mondini, presidente di Confindustria Genova, parlando delle ricadute della difficile situazione delle autostrade, con cantieri aperti per ricostruzioni e manutenzioni.

A dirlo Giovanni Mondini, presidente di Confindustria Genova, parlando delle ricadute della difficile situazione delle autostrade

“Ci sono disagi – prosegue Mondini – non possiamo ancora essere certi che si tramutino in perdite tendenziali che si consolideranno ma sicuramente molti devono fare miracoli per evadere gli ordini e ricevere materiali”. Gli autotrasportatori sono colpiti in prima linea ma le ricadute in termini di costi e tempi coinvolgono tutto il sistema produttivo. “Ci sono già in azione unità di emergenza già attive con istituzioni e associazioni per pianificare al meglio. Ci aspettano mesi e mesi di cantieri su tutte le vie di accesso a Genova, A12, A7, A26 o A10 . Andremo sempre di più a corsie ridotte e ci vorrà tempo per tornare alla normalità”.