La Astore di via Tangoni a Casarza si trasferisce a Casella. Mesi di trattative pur di mantenere l’azienda in val Petronio. I sindacati e l’azienda nei giorni scorsi hanno trovato l’accordo: 45 i dipendenti che subiscono il trasferimento, 15 quelli che per ora hanno deciso di rinunciare, non se la sentono di percorrere settanta chilometri tutti i giorni (70 andare  e 70 a tornare).

Gli interventi del sindaco di Stagnaro, del consigliere regionale Muzio e del parlamentare Traversi, non sono serviti: la decisione è irrevocabile.

Venerdì la prima finestra per uscire dall’azienda, a febbraio la seconda.  Fip metterà a disposizione auto e spese per il trasporto, mentre per chi sceglierà di trasferirsi a Casella è previsto un contributo mensile per un anno.