C’è tempo sino a mercoledì 4 luglio per partecipare al bando di gara predisposto dal dottor Paolo Bozzo curatore del fallimento della Valfontanabuona Sport  gestore della piscina, del centro fitness e dell’impianto sportivo di via Cavagnari.

Cosa dice il bando

Obiettivo del Comune poter riaprire quanti prima tutte le strutture. La principale priorità vista la stagione, senza ombra di dubbio è la piscina scoperta che sabato 14 luglio potrebbe riaprire così i battenti. Per l’occasione è stato predisposto un bando ad hoc relativo all’esercizio provvisorio di un ramo d’azienda.

L’affitto riguarda tutte e tre le strutture per un periodo di due mesi, dal 15 luglio al 15 settembre, inoltre viene garantita la possibilità di proroghe. Il canone richiesto per la durata stipulata del contratto ammonta a 2,8mila euro, oltre Iva, da pagarsi anticipatamente in un’unica soluzione, bisognerà inoltre fornire comprovata esperienza nel settore e il  possesso di adeguata struttura patrimoniale ed amministrativa. E’ previsto un rialzo minimo di 100 euro.

Compito del  nuovo gestore  garantire l’attivazione quanto prima delle utenze di luce e gas. Trascorsi i due mesi il contratto potrà essere rinnovato con un canone ridotto al 30%. Così com’è stato predisposto, facile prevedere che il bando interesserà soprattutto il Comune, tra l’altro proprietario degli impianti che nei confronti della Valfontanabuona Sport vanta ampi crediti.