Hanno preso il via i lavori di riqualificazione delle aree giochi di via Fieschi e di via della Né.

Partiti i lavori per le aree giochi a Recco

“Si tratta di interventi – spiega l’assessore Giuseppe Rotunno – che rappresentano la naturale continuazione di quelli già avviati negli anni scorsi in altri giardinetti della città”.
In entrambe le aree si provvederà infatti a sostituire tutti i giochi per i bimbi e a realizzare la pavimentazione antitrauma in materiale gommoso ecologico riciclato, colato in pasta uniforme, per uno spessore complessivo di 30mm, conforme alla normativa EN1177.
“Quando tre anni fa ho iniziato ad occuparmi di lavori pubblici – spiega l’assessore Rotunno – ho scelto di lavorare in discontinuità rispetto a chi mi aveva preceduto, privilegiando la manutenzione dell’esistente rispetto alla realizzazione di grandi opere che finivano con l’assorbire la quasi totalità delle risorse disponibili. Fra le azioni che ho programmato a cui tenevo maggiormente vi erano sicuramente quelle finalizzate a migliorare la fruibilità delle aree giochi, fino ad allora oggettivamente trascurate, garantendo prima fra tutte la sicurezza dei bimbi che le frequentano. Nell’arco dei miei tre anni di mandato sono così intervenuto sia sostituendo i giochi più vecchi sia soprattutto realizzando la nuova pavimentazione antitrauma nelle aree giochi della passeggiata a mare, di piazzale Europa, di piazzale Olimpia e di piazza Gastaldi. Ora tocca alle aree di via dei Fieschi e di via della Né e nei prossimi giorni metteremo mano anche al parco di Valle Verde”.
Contemporaneamente stanno andando avanti i lavori di riqualificazione dei giardini e delle aree giochi degli asili di Megli e di San Rocco.
“Ad oggi – spiega ancora l’assessore Giuseppe Rotunno – abbiamo completato in entrambi gli asili la realizzazione del sottofondo e la stesura di un primo strato di gommoso. Nei prossimi giorni è prevista la fornitura dei giochi che abbiamo scelto, che verranno collocati e fissati nei punti previsti, e subito dopo si provvederà a colare l’ultimo strato di pavimentazione antitrauma colorata. L’obiettivo che mi sono dato è di completare i lavori fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, in modo di garantire la piena fruibilità dei giardinetti con l’inizio della primavera”.