Ennesima sorpresa: i parcheggi di piazza Aldo Moro e limitrofi che erano rimasti liberi, delimitati dalla striscia bianca, sono diventati tutti blu. «Questo è il primo risultato di una politica miope e superficiale della gestione del bene pubblico da parte della nostra amministrazione, che, a differenza delle città limitrofe continua a cedere in appalto i parcheggi di nostra proprietà – tuona l’ex candidato sindaco Andrea Carannante rispolverando uno dei punti del suo programma elettorale – Chiavari in primis, ma anche il Comune di Portofino che nel 2018 ha creato la società in house “Portofino mare srl” che sta gestendo il silos e altri servizi con ottimi risultati e profitti per il Comune, mentre nella città del grande consenso e senza opposizione, evidentemente non si governa ma si “comanda”». Attacco ribattuto da piazza delle Nazioni, puntualizzando che i nuovi parcheggi a pagamento tracciati in piazza Aldo Moro andrebbero a compensare la perdita di stalli registratasi in piazza delle Nazioni e piazza IV Novembre a seguito dell’allargamento dei posti auto effettuato nel mese di luglio. Si tratterebbe quindi di una questione di bilanciamento contrattuale, rispetto alle richieste di ampliamento pervenute dal Comune che – di fatto – hanno ridotto il numero di stalli a disposizione della neo concessionaria SiS rispetto a quanto stabilito dal capitolato di gara con cui ha partecipato alla gara di assegnazione del servizio di parcheggi a pagamento cittadini.