Nuova Coop, a Santa Margherita in concomitanza col consiglio di lunedì serrande abbassate ed una fiaccolata sotto al Municipio.

Santa 2.0 ed Ascom pronte a tornare in piazza

Lunedì sera in consiglio comunale tornerà la famigerata pratica Coop, che già aveva fatto abbassare le serrande dei commercianti di Santa Margherita Ligure. E, come esposto nell’assemblea organizzata ieri da Ascom e Santa 2.0 al Lux, tutto è pronto per un bis. Anzi, più di un bis: perché oltre a chiudere i negozi, alle 18 partirà anche una fiaccolata sotto al Comune, in piazza Mazzini, dove si distribuiranno migliaia di volantini “no Coop”.

La precedente protesta, andata in scena a inizio settembre, aveva probabilmente contribuito al rinvio della pratica. Così dichiarava il Sindaco Donadoni immediatamente dopo la decisione: «È una operazione che presenta un’incidenza rilevante su un’area ampia di Santa Margherita Ligure e sul suo tessuto commerciale. Fin da principio abbiamo operato affinché questa pratica fosse discussa e decisa in Consiglio comunale, per trasparenza e per massimizzare i benefici per la città. Ciò presuppone serenità da parte dei Consiglieri e chiarezza nei confronti dei cittadini. Nelle ultime ore sono emersi alcuni nuovi interrogativi e pertanto abbiamo ritenuto – tutti insieme concordemente – che, prima del voto, andasse sgomberato ogni eventuale dubbio».

Leggi anche:  Contro le stragi del sabato sera: patenti ritirate

Resta da capire se tali dubbi e interrogativi siano ora davvero stati chiariti – non è certo così per i commercianti – per un esito in consiglio tutt’altro che scontato: se le opposizioni sono tutte schierate con il no alla Coop, anche all’interno della maggioranza il sostegno potrebbe non essere esattamente unanime, alla luce delle tante pressioni contrarie. In un senso o nell’altro una patata bollente per Donadoni e la maggioranza consiliare.