Ammontano a quasi ventimila euro le offerte dei visitatori del Castello di Babbo Natale rapallese. Andranno a sostegno di progetti di solidarietà.

Le offerte raccolte durante Natale al Mare da progetti del posto sino ad Aleppo

La primavera è alle porte ma a Rapallo l’eco di Babbo Natale si fa ancora sentire. L’omone vestito di rosso da tempo ha spiccato il volo sulla sua slitta ma ha consegnato nel suo sacco le offerte che le migliaia di visitatori del suo castello in riva al mare hanno lasciato come apprezzamento per una kermesse, quella di “Natale al mare”, che anche quest’anno ha incantato grandi e piccini.

Com’è stato più volte ribadito dall’amministrazione e dall’organizzazione il Natale di Rapallo intende essere un Buon Natale ma anche un Natale Buono e la preziosa collaborazione dei Volontari del Soccorso unita alla generosità dei visitatori, che hanno donato quasi ventimila euro, ha permesso di trasformare la volontà in atto concreto. Saranno diversi, infatti, i progetti solidali ai quali andranno devolute le offerte raccolte.

Leggi anche:  Arpal, allarme caldo almeno fino a venerdì 3 agosto

Così l’assessore Elisabetta Lai, deus ex machina della manifestazione: «Questo Natale ha ulteriormente costruito qualcosa di importante. Ci tengo a precisare la valenza del destinare a Padre Ibrahim di Aleppo parte di queste offerte. Anche se in questo periodo non sentiamo molto parlare di Aleppo e aggiungerei per fortuna dal momento che le notizie che arrivano da quel paese sono in genere drammatiche, quello che sta facendo questo religioso, ricostruendo quella comunità e non solo fisicamente ma anche nell’animo delle persone è veramente una cosa grande. Naturalmente sono altrettanto importanti i progetti in città, come il Buon Samaritano e la Consulta del volontariato, che beneficeranno a loro volta dell’incasso raccolto dal Volontari del Soccorso, che sono sempre al nostro fianco. Quindi ringrazio tutti di cuore e ribadisco che dove ci sono delle finalità oltre che ludiche, di divertimento e di promozione ma anche di solidarietà e bontà io ci sono e ci sarò sempre».