ARPAL , alla luce degli aggiornamenti previsionali, ha MODIFICATO E PROLUNGATO L’ALLERTA METEO GIALLA PER NEVE .

In val d’Aveto confermato l’avvio dell’allerta alle 18 di oggi e la conclusione domani alle 6

Sulla zona D (Valle Stura e entroterra savonese fino alla Val Bormida) si parte prima di quanto previsto ieri,  alle 16 di oggi, mercoledì 19 dicembre per terminare alle  6 di domani, giovedi’ 20. Confermato invece sulla zona E (valli Scrivia, Aveto e Trebbia) l’avvio dell’allerta alle 18 di oggi e la conclusione domani alle 6. E, sempre dalle 18 di oggi alle 6 di domani, giovedì 20 saranno in allerta anche i comuni interni della zona B.

I comuni interni della zona B sono Quiliano e Stella in provincia di Savona, Avegno, Bargagli, Campomorone, Ceranesi, Davagna, Mele, Mignanego, Sant’Olcese, Serra Riccò in provincia di Genova.

Sulla Liguria è in arrivo una perturbazione atlantica che provocherà un peggioramento delle condizioni meteorologiche. Già tra la notte e la mattinata si sono avute deboli precipitazioni, in particolare sul settore centrale della regione e nell’imperiese. Nella notte le temperature minime si sono alzate rispetto ai giorni precedenti con il valore più basso, -3.0, segnato a Poggio Fearza, stazione a 1845 metri di altezza nel comune imperiese di Montegrosso Pian Latte. Le precipitazioni sparse delle ultime ore si faranno più insistenti nel pomeriggio, in particolare sul centro Ponente e assumeranno carattere nevoso fino al fondavalle sui versanti padani (iniziando da Ponente e coinvolgendone poi anche la parte di Levante) con fenomeni deboli o localmente moderati. Non si escludono locali e temporanei episodi di gelicidio o neve granulare. In serata possibile estensione dei fenomeni nevosi anche nelle zona interne della parte centrale della regione sopra i 300-400 metri) con spolverate possibili a quote inferiori. Esaurimento dei fenomeni nelle prime ore di domani, giovedì.

Ricordiamo che l’ALLERTA GIALLA PER NEVE ipotizza che le precipitazioni possano creare locali disagi con temporanei problemi di viabilità. Possibili rallentamenti nella circolazione e nei servizi. Formazione di ghiaccio con gelate diffuse.

Questo l’avviso meteorologico odierno:

OGGI, mercoledì 19 dicembre: L’arrivo di una perturbazione atlantica determina deboli precipitazioni dapprima sparse e più probabili su ABD, dal pomeriggio diffuse e localmente a carattere di rovescio in particolare su AB con cumulate significative. Quota neve in calo fino al fondovalle su DE, fino a 300-400 metri su interno B con possibili spolverate a quote inferiori. Sui rilievi di A neve oltre 600-800 m, su quelli di C oltre 1000 m in calo in serata. Venti localmente forti da Sud-Est su C, in rinforzo fino a forti (50-60 km/h) settentrionali in serata su AB.

Leggi anche:  Centri commerciali e chiusure domenicali, la partita è aperta VIDEO

DOMANI, giovedì’ 20 dicembre: Residue deboli precipitazioni nelle prime ore su Centro-Levante a carattere nevoso fino a quote basse su DE e interno di B, oltre 600-800 metri sui rilievi più interni di C. Possibili isolati rovesci su A in mattinata. Venti inizialmente forti (50-60 km/h) e rafficati dai quadranti settentrionali su BD, localmente forti altrove, in generale attenuazione nel corso della giornata. Locali condizioni di disagio fisiologico per freddo fino al mattino.

 

DOPODOMANI, venerdì 21 dicembre: Possibili deboli precipitazioni su C nella seconda parte della giornata per l’intensificarsi di un flusso umido da Sud-Ovest nei bassi strati. Venti localmente forti (40-50 km/h) dai quadranti meridionali su AC e mare in aumento fino a molto mosso o localmente agitato.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul  www.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome).

Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati

Ricordiamo la suddivisione per zone di allertamento del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia