È previsto per oggi l’innalzarsi del mare con possibili libecciate, sino a molto mosso ed agitato: questo dice il bollettino dell’Arpal. Inevitabilmente i paesi della riviera già duramente colpiti dalle mareggiate del 29 e 30 ottobre si preparano a fronteggiare una minaccia. Le difese dei litorali sono infatti ancora indebolite – laddove non proprio del tutto distrutte – da fine ottobre. Se effettivamente il mare si alzerà in maniera preoccupante, verranno chiuse ed interdette al traffico svariate arie – su tutte la passerella di Portofino – mentre a Sestri Levante l’amministrazione è intervenuta d’urgenza già ieri, facendo arrivare nuovi massi per riempire e rinforzare il terrapieno a Renà, nel timore che nuove onde potessero definitivamente distruggerlo.

Uno scenario, questo, a cui dovremo probabilmente abituarci: occorrerà molto tempo – e molto denaro, di cui ancora non si vede l’ombra – per tornare ad avere coste in sicurezza; sino a quel momento, ogni “normale” mareggiata farà trattenere il respiro.