Chiavari: sabato 15 e domenica 16 settembre il cantiere ex Colonia Fara – ora Torre Fara – si aprirà nuovamente alla cittadinanza ed ai visitatori per due intere giornate, arricchite da eventi culturali a tema.

I cittadini potranno curiosare come sta nascendo il nuovo Hotel

Ma non finisce qui:  per condividere con la cittadinanza le migliorie progettuali apportate, i tecnici progettisti e le aziende impegnate nel restauro saranno a disposizione dei visitatori, attraverso una sorta di “itinerario” lungo le stanze del nuovo Hotel, per illustrare sia le ragioni progettuali che esecutive:

– progetto architettonico iniziale (arch. Enrico Pinna)

– progetti di variante (arch. Sonja Serventi e geometra Alessio Gotelli dello studio geoide)

– progetto impianti (studio Inartech, ing. Alberto Sanguineti, arch. Luca Conti Repetto)

– progetto strutturale edificio e nuove parti interrate (ingg. Massimo Ratto e Salvatore Cantarella)

– restauri aeropitture (Mirca Ceglie e Gabriele Pompeo)

– isolamento acustico (dott. Stefano Lenzi)

– gestione grafica-comunicazioneweb-render (studio ser.ste di Stefano Brignole)

– ditta Calevo Prefabbricatiper i pacchetti partizioni interne, isolamenti, ceramiche, finiture, ecc.

– ditta Chelini per l’arredo Hotel

– ditta Termosanitari per la parte impiantistica esecutiva

– ditta Sirtec per la parte elettrica ed illuminotecnica esecutiva.

Saranno pertanto aperti ai visitatori gli ampi spazi del livello 1 dell’Hotel, in fase di competamento, ed un appartamento campione al livello 3.

Leggi anche:  Solidarietà nel nome di Giorgia Brixel tante iniziative benefiche per ricordarla

Per ragioni di spazi e di affollamento, alle conferenze del sabato pomeriggio e della domenica mattina l’ingresso è limitato a 250 persone.

Il programma

Sabato 15 settembre

ore 9.30 Apertura visite

ore 16.30 Saluti
Architetto Cristina Pastor
Funzionaria presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Genova

ore 17.00
conferenza sul tema Futur-Chiavari dalla Cappella-Bar alla Colonia Fara. Progresso-Utopia-Sorpresa-Comunicazione-Provocazione della ricostruzione futurista dell’universo nella storia della città a cura degli storici chiavaresi Luigi Frugone e Giorgio ‘Getto’ Viarengo. Per questo evento l’ingresso è limitato a 250 persone

A seguire

Aperitivo Futurista! con miscelazione di polibibite dell’epoca e placafame in abbinamento

Domenica 16 settembre

ore 9.30 Apertura visite

ore 11.00
Conferenza ad oggetto “decorazione murale nell’Italia degli anni trenta” tenuta dal Dott. Gianni Franzone curatore presso la Wolfsoniana di Genova. Introduzione a cura del progettista Arch. Enrico Pinna (Per questo evento l’ingresso è limitato a 250 persone)

Sabato e domenica imprese e tecnici impegnati nel progetto di riqualificazione saranno a disposizione dei visitatori per illustrare le scelte progettuali e le innovazioni esecutive.
Al terzo piano sarà visitabile un appartamento campione.