Il mondo associazionistico rapallese si conferma vero tesoro della città: soprattutto quando si tratta di solidarietà.

Le associazioni unite per Rapallo

Nel periodo natalizio, l’associazione “Liguri Antighi – I Rapallin” presieduta da Angelo Canessa ha organizzato una cena tra i soci con raccolta fondi da destinare in beneficenza.

L’associazione ha poi contattato il vicesindaco Pier Giorgio Brigati, in qualità di delegato ai Servizi Sociali, per individuare le iniziative a cui donare il ricavato della raccolta fondi.

Il vicesindaco, dopo attenta valutazione e in accordo con “I Rapallin”, ha optato per la suddivisione degli oboli tra due iniziative. 300 euro andranno quindi alla raccolta fondi organizzata di concerto tra numerose associazioni ed esercizi commerciali cittadini per i piccoli Mattia e Paolo Cinti, i figli di Eros Cinti, vittima nei giorni scorsi di un tragico incidente sul lavoro a Genova, che in pochi mesi sono rimasti senza mamma (scomparsa precedentemente) e senza papà. 200 euro verranno invece destinati a “Il Tigullio non Molla” iniziativa di solidarietà e raccolta fondi per le attività di Rapallo, Santa Margherita, Portofino e Zoagli che hanno subito danni dopo la mareggiata del 29 e 30 ottobre.

Leggi anche:  Sestri pronta ad accogliere i bambini di Chernobyl

«Ringrazio l’associazione “Liguri Antighi-I Rapallin” per la stima e la fiducia nei miei confronti – sottolinea Brigati – Ma soprattutto per la grande generosità dimostrata in questa occasione».