Sono stati 320 gli incidenti stradali registrati nel 2018 sul territorio rapallese: 3 in meno rispetto all’anno precedente ma di cui uno tuttavia con tragiche conseguenze, mentre è cresciuto il numero degli incidenti con feriti (dai 120 del 2017 ai 129 del 2018).

Il bilancio

Numeri importanti anche quelli delle multe per violazione al Codice della strada elevate lo scorso anno, che hanno raggiunto quota 11.457, mentre i sequestri per vendita abusiva di articoli merceologici vari (borse, abbigliamento vario, occhiali, ombrelli, braccialetti, bigiotteria varia) sono saliti a quota 498. Sono solo alcuni numeri del bilancio di un anno di attività degli agenti di Polizia Municipale rapallesi. Tra le pratiche da segnalare, anche le 71 pratiche di esame delle immagini di videosorveglianza richieste da terzi, gli 85 sequestri amministrativi di veicoli e i 209 controlli eseguiti sugli autotrasportatori con l’accertamento di 156 violazioni.

“Sono arrivato qui nel 1989, ho visto alternarsi sette sindaci e due commissari prefettizi – ha osservato il comandante della Polizia Municipale di Rapallo, Valerio Patrone, al termine delle celebrazioni del patrono dei Vigili, San Sebastiano – Senza nulla togliere a chi ha amministrato la città in passato, devo dire che gli ultimi cinque anni sono stati i più proficui dal punto di vista lavorativo e anche personale”.

“La mareggiata ha creato gravi disagi in un periodo in cui la situazione viabilistica era già abbastanza complessa per la presenza di tanti cantieri in città – ha aggiunto – Tutto il Corpo si è impegnato ad affrontare l’anno appena trascorso senza limitarsi agli orari di servizio pur non trascurando la consueta attività: i dati 2018 sono in linea con quelli degli anni precedenti. Nel 2018 abbiamo realizzato anche importanti obiettivi, come il nuovo piano di protezione civile”.

Patrone ha ringraziato il vice-comandante Eugenio Rovetta, gli ispettori Lanata, Genovese e Fascetti e tutto il corpo di Polizia Municipale rivolgendo un pensiero anche agli ex colleghi che non ci sono più. Sulla variegata attività che impegna gli agenti si è soffermato il consigliere con incarico alla Polizia Municipale, Walter Cardinali:

“Rapallo ha tantissimi chilometri di strade e gli agenti fanno il possibile per essere presenti sul territorio laddove si presenta l’esigenza senza guardare l’orologio, come abbiamo visto nell’ultimo periodo per affrontare l’emergenza”.

“Con la Polizia Municipale e tutte le forze dell’ordine si è instaurato un rapporto umano estremamente positivo: io mi fido di voi e so che voi vi fidate di me – ha affermato il sindaco Carlo Bagnasco – Il 2018 è stato un anno complesso: non ci aspettavamo quello che è successo ma l’obiettivo è portare la situazione alla normalità entro Pasqua. Sono certo che Rapallo ne uscirà bene e diventerà più bella di prima. Voglio sottolineare l’importanza del tema protezione civile, su cui si è fatto molto ma su cui c’è ancora da lavorare, e per questo chiedo a tutti di buttare il cuore al di là dell’ostacolo, perché l’argomento ha importanza estrema. Per quanto riguarda l’attività ordinaria, l’amministrazione comunale è sempre stata contraria alla repressione e più favorevole al buonsenso, anche perché il Comune di Rapallo non ha bisogno di far cassa con le multe. Diverso il discorso per il decoro urbano: in questo caso ci sarà tolleranza zero per chi conferisce in modo improprio e abbandona i rifiuti ingombranti”.