Nella prossima stagione sportiva a Chiavari, oltre all’Entella giocherà anche l’Albisola; l’intesa avrà sicuramente ripercussioni sulla viabilità cittadina.

L’Albisola fino ad ottobre giocherà in casa al Comunale di Chiavari

Fino ad ottobre l’Albisola Calcio, squadra vincitrice del campionato di Serie D e neo promosso in serie C, giocherà allo stadio Comunale di via Gastaldi le prime partite casalinghe di campionato e Coppa Italia. La squadra savonese aveva chiesto la possibilità di giocare a Chiavari, per potersi iscrivere al prossimo campionato. L’Albisola infatti, non ha un campo omologato per la nuova categoria. La decisione di giocare a Chiavari è stata presa dopo il vertice tra rappresentanti del Comune di Chiavari (il sindaco Marco Di Capua, il funzionario Roberto Picasso e il Comandante della Polizia Municipale Federico Bisso), dirigenti dell’Albissola, dirigenti della Virtus Entella e forze dell’ordine, tenutosi in Prefettura a Genova lunedì 18 giugno.

L’Albisola ha chiesto alla Lega di giocare la prima gara in trasferta

La società si è impegnata con Palazzo Bianco a usare il terreno di gioco per le partite casalinghe. Con due condizioni: fino alla fine di ottobre, e coprendo le spese che ricadrebbero sul Comune, come gli straordinari dei vigili urbani. Rimangono perplessità sulla viabilità nella zona del campo sportivo; per qualche mese raddoppierebbero le chiusure stradali con relativi divieti in occasione delle gare di Albisola ed Entella. Respinta dal prefetto la richiesta di giocare le partite casalinghe a porte chiuse a Chiavari per limitare i disagi. Intenzione della dirigenza dell’Albisola, è adeguare il campo casalingo di Cairo Montenotte in tempi rapidi, e chiedere alla Lega di iniziare il campionato in trasferta, puntando a ridurre al minimo le gare da giocare al Comunale per i primi mesi di campionato.